Il Comitato

Il Comitato Pisano San Pio V pro Missa antiqua e’ un’associazione a carattere privato, costituitasi nel Giovedì Santo dell’anno 2008 per iniziativa di un gruppo di fedeli laici legati alla Tradizione liturgica della Chiesa Cattolica precedente le riforme succedutesi dal 1965.

La liturgia è il culmine verso cui tende l’azione della Chiesa e, al tempo stesso, la fonte da cui promana tutta la sua energia (Cfr Cost. sulla sacra liturgia Sacrosanctum Concilium, 10). Con il Motu Proprio Summorum Pontificum, nel 7 Luglio dello scorso anno il regnante Pontefice Benedetto XVI volle infondere nuova linfa a quella fonte attraverso un invito accorato a riprendere e rinnovare le celebrazioni della Santa Messa secondo quel rito millenario oggi per lo più definito in modo erroneo o incompleto come rito preconciliare o tridentino.

Come conseguenza si e’ avvertita la necessità di rinforzare e stabilizzare ulteriormente, riunendosi e dando vita ad un’associazione, l’impegno per la promozione e l’attenzione nei confronti del culto, oggetto del documento pontificio, con particolare riferimento al Santo Sacrificio della Messa secondo l’ultima edizione, risalente al 1962, del Messale Romano promulgato originariamente da San Pio V.

Il Comitato si propone di creare un alveo di accoglienza all’invito del Santo Padre affinché anche nella diocesi pisana possa tornare il rito venerabile, e possa diffondersi la conoscenza della sua inesauribile ricchezza.

Per questi motivi esso riconosce esplicitamente suo scopo, come all’Art. 4 del proprio statuto, “la crescita e l’incremento spirituale dei suoi membri specialmente per mezzo dell’esercizio del culto cattolico, così come tramandato dalla santa e venerabile Tradizione della Chiesa.” Inoltre: “Per ottemperare a questo scopo il Comitato si avvale della forma “straordinaria” del Rito Romano, dell’approfondimento della Sacra Scrittura e dell’apologetica.”

Comprendendo però che la vita spirituale così di ogni fedele come di qualsiasi gruppo o comunità, per trovare uno sviluppo virtuoso, deve essere inserita nel tessuto stesso della vita della chiesa locale il Comitato intende promuovere e sostenere la diffusione del Culto e degli insegnamenti del Magistero (Art. 4) così al suo interno come al suo esterno entrando in relazione con tutti i fedeli diocesani e le loro parrocchie.

A tal fine il Comitato redige e pubblica periodicamente un ciclostilato, organizza sul territorio diocesano incontri e conferenze su temi legati alla liturgia, ma anche alla dottrina, alla spiritualita’ e alla devozione.

Il Comitato ha un fine cultuale; non si prefigge pertanto alcuno scopo di lucro o di carattere politico. (Art. 4).

Chiunque voglia collaborare, come privato o come gruppo affine, con il Comitato San Pio V è invitato a farlo poiché Il Comitato intrattiene relazioni con enti non contrari ai suoi scopi e si riserva di collaborare con enti affini; valuta inoltre l’eventuale adesione ad associazioni od altri enti a carattere regionale, nazionale o internazionale. (Art. 5).

Questo sito ha lo scopo di fornire informazioni sulle attività precedenti e future, raccogliere segnalazioni e articoli di interesse, oltre che essere un punto di riferimento per tutti coloro che volessero conoscere o entrare in contatto con il Comitato. Nel sito e’ visibile il Logo sul quale sono rappresentati i santi patroni Pio V ed Eugenio III. (Art. 3).

Chiunque voglia inoltre fornire la propria adesione al Comitato o semplicemente ricevere maggiori informazioni privatamente è invitato a scrivere all’attenzione del Collegio Direttivo all’indirizzo di posta elettronica comitato@comitatosanpiov.net

Auguriamo a tutti una profittevole navigazione.

Il Comitato Pisano San Pio V.